life brain

Primo Soccorso e Manovre di Disostruzione: il 10 aprile al Centro Stem di Rezzato (Brescia)

04/04/2019 in news

Il 10 aprile a Rezzato (Brescia), Lifebrain organizza una serata informativa gratuita su come comportarsi nelle situazioni di emergenza

L’evento, gratuito e aperto al pubblico, si svolgerà presso il Centro Stem di Rezzato, in via Milano 99

È la quarta iniziativa di sensibilizzazione su queste tematiche promossa da Lifebrain nella regione Lombardia dopo Mantova, Poggio Rusco e Ceresara

A chi dobbiamo rivolgerci quando una persona accusa un malore? Come dobbiamo comportarci?  A volte, il sangue freddo non basta: in situazioni di emergenza un intervento appropriato e tempestivo può essere determinante per la sopravvivenza di un individuo.

Nel quadro di un crescente impegno per il sociale, il 10 aprile dalle ore 20.00 alle 22.30 Lifebrain promuove a Rezzato presso il Centro Stem (via Milano 99) una serata informativa dal titoloCenni di Primo Soccorso e Manovre di Disostruzione”. Il corso, gratuito e rivolto a tutti, sarà tenuto dalla dr.ssa Francesca Ghirardi, volontaria istruttrice di BLS in un’associazione di emergenza-urgenza.

I temi principali che verranno affrontati durante la serata saranno:

  • cenni di primo soccorso (buone pratiche di emergenza-urgenza);
  • rianimazione cardio-polmonare (BLS);
  • disostruzione vie aeree nell’adulto;
  • disostruzione pediatrica.

Sono previste dimostrazioni pratiche con l’obiettivo di mostrare le principali tecniche ed i rudimenti del primo soccorso illustrati; ai partecipanti verrà inoltre distribuita una scheda tecnica contenente un breve schema delle principali manovre relative a rianimazione cardio-polmonare e rianimazione.

L’appuntamento del prossimo 10 aprile rappresenta l’ultima tappa di un percorso di sensibilizzazione sull’importanza delle manovre di primo soccorso che Lifebrain ha intrapreso sul territorio lombardo: da Mantova a Poggio Rusco, passando per Ceresara, questo ciclo di iniziative ha raccolto una notevole adesione, con una media di oltre 40 partecipanti per ognuno dei corsi.

L’iniziativa testimonia un crescente impegno di #Lifebrainperilsociale, in collaborazione con associazioni e realtà locali che hanno come fine ultimo quello della salute e della prevenzione, in tutti i suoi aspetti.