Novembre è il mese dedicato alla salute e alla prevenzione maschile, un mese importante in cui diffondere consapevolezza sulle principali patologie della prostata e del testicolo.

Che cos’è il PSA e a cosa serve?

L’ Antigene Prostatico Specifico (PSA), è una proteina analizzabile nel sangue, prodotta esclusivamente dalla prostata. Proprio per questo motivo, può essere usato come indicatore di malattie prostatiche.
Si tratta di un marcatore di potenziali problemi alla prostata, utile in ambito diagnostico precoce. Questo esame viene infatti prescritto periodicamente a tutti gli uomini a partire dai 50 anni di età, come strumento utile all’individuazione di forme tumorali della prostata agli stadi iniziali.

 

PSA e prostata

Il PSA è un marcatore specifico dell’organo, ma non delle malattie legate ad esso. Per questo motivo si possono riscontrare livelli elevati sia in condizioni benigne che maligne.
Nel primo ambito si parla di patologie come prostatiti o iperplasie prostatiche benigne. Nel secondo si tratta di tumori alla prostata maligni, identificabili grazie a visite combinate con esplorazione rettale ed ecografia transrettale o sovrapubica.

Per perfezionare la specificità diagnostica viene analizzato anche l’antigene prostatico specifico libero (free-PSA).  Il free-PSA permette di distinguere nel sangue due diverse forme di antigene prostatico. Tra queste, il free PSA che non si lega a nessuna proteina.
Il dosaggio del PSA nella diagnosi del tumore prostatico deve essere sempre accompagnato da ulteriori accertamenti.
Il riscontro di alti livelli di PSA non è sufficiente per porre diagnosi di tumore alla prostata, in particolare nei soggetti più anziani.
Se il sospetto di tumore viene confermato da altri esami diagnostici, il dosaggio del PSA rappresenta un buon indicatore dell’estensione tumorale.

Valori e livelli di PSA: le cause

Livelli elevati di PSA si legano a differenti patologie della prostata come tumori, ipertrofia prostatica benigna e differenti forme di prostatite. Spesso il livello può aumentare in casi di senescenza o dopo aver effettuato interventi alla prostata, biopsia, colonscopia, rettoscopia o citoscopia o in caso di forme di traumatismo della prostata (escursioni prolungate in bici, in moto o a cavallo).
Livelli bassi di PSA, invece, sono invece identificabili in soggetti che utilizzano specifici farmaci come dutasteride e inasteride, legati alla cura di ipertrofia prostatica benigna e calvizie.

L’importanza della prevenzione

Adottare misure di prevenzione risulta fondamentale: una diagnosi precoce permette infatti di intervenire con tempestività permettendo di trattare con anticipo eventuali patologie riscontrate.
In Lifebrain Gruppo Cerba HealthCare Italia è possibile effettuare il Check-Up Prostata, che consente l’identificazione precoce dei disturbi a carico della prostata attraverso il dosaggio del PSA.

Clicca qui per maggiori approfondimenti sul Check-Up Prostata!