Performance e Injury

performance e injuty - lifebrain

Che cos’è Life DNATest Performance e Injury

Il Test genetico performance e injury indica la predisposizione genetica alle lesioni muscolari, ossee e tendinee.

Questo esame genetico può essere eseguito singolarmente o all’interno del pacchetto Sport e Performance, che comprende anche il test Metabolismo attivo. Il pacchetto completo analizza differenti aspetti legati al rendimento sportivo e permette di utilizzare le informazioni fornite superare i propri limiti e per la prevenzione degli infortuni.

 

Quali geni analizza

L’esame genetico Performance e Injury analizza le varianti di 7 geni collegati alla prevenzione dei traumi sportivi:

 

  • Metabolismo del calcio: il gene VDR codifica per il recettore della vitamina D, indispensabile per l’assorbimento del calcio e per garantire una normale mineralizzazione ossea.
  • Resistenza osteoarticolare: i geni COL1A1 e COL5A1 sono legati alla funzionalità delle fibre di collagene, espresse nei tessuti connettivi e costituenti principali di pelle, tendini, articolazioni e muscoli.
  • Resistenza Muscolare: ACTN3 è un gene direttamente correlato con la contrazione delle fibre muscolari e con le prestazioni atletiche.
  • Risposta infiammatoria: i geni TNFa, IL6 e IL10 codificano per importanti citochine che regolano i processi infiammatori dell’organismo.

 

A chi è rivolto il Life DNATest Performance e Injury

Il test genetico Performance e Injury è consigliato agli sportivi di ogni livello, sia agonistico che amatoriale per migliorare la performance, prevenire gli infortuni e recuperare al meglio in caso di lesioni.

Le informazioni ottenute aiutano a pianificare un’alimentazione personalizzata che, insieme ad allenamenti mirati, porta a migliorare i risultati sportivi.

 

Come viene eseguito il test

Il test Performance e Injury, come gli altri Life DNATest, si esegue autonomamente con un tampone buccale a secco che consente il prelievo di cellule della mucosa del cavo orale.

Una volta arrivato nel Laboratorio Lifebrain, il DNA viene estratto e analizzato per evidenziare le varianti del gene presenti.

 

Come interpretare i risultati del test

L’analisi delle varianti genetiche dei geni analizzati può dare differenti risultati e raccomandazioni per il paziente.

Metabolismo del Calcio

I soggetti con varianti del gene VDR che predispongono ad una minore densità ossea dovrebbero:

  • Aumentare l’assunzione di calcio e vitamine nella dieta.
  • Assicurare una sufficiente esposizione solare per stimolare la produzione di vitamina D .

Resistenza Osteoarticolare

Alcune varianti comportano la produzione di collagene più fragile e quindi un rischio aumentato di osteoporosi, fratture e tendinopatie:

  • In questi casi si consiglia al paziente di integrare l’apporto proteico e vitaminico con una dieta adeguata.

Resistenza Muscolare

  • Varianti CC e CT: ACTN3 nelle fibre muscolari predispone a prestazioni da
  • Variante TT: ACTN3 non è espressa e aumenta la produzione di ACTN2, che favorisce attività sportive di

Risposta Infiammatoria

In presenza delle varianti con rischio di infiammazioni frequenti, è consigliabile:

  • prevenire lo stato infiammatorio con una dieta ricca di acidi grassi Omega-3 e vegetali freschi di stagione.
  • praticare regolare attività fisica e limitare il consumo di fumo da tabacco e di bevande alcoliche.

 

 

Con il referto il paziente riceve una tabella dettagliata con la guida all’interpretazione dei risultati: in ogni caso, il referto deve essere interpretato da uno specialista medico alla luce del quadro clinico e di altri fattori.