Elasticità della pelle

Elasticità della palle - lifebrain

Che cos’è Life DNATest elasticità della pelle

Il Test genetico elasticità della pelle identifica le persone predisposte all’invecchiamento cutaneo in relazione al metabolismo del collagene, proteina strutturale fondamentale per mantenere l’idratazione e il tono della pelle.

Questo esame genetico può essere eseguito singolarmente o all’interno del più ampio Test Antiaging, che comprende anche il test Stress ossidativo e Risposta infiammatoria. Il pacchetto Antiaging considera aspetti diversi dell’invecchiamento cellulare e permette di utilizzare le informazioni fornite per prevenire e arginare precocemente questo processo degenerativo.

 

Quali geni analizza

L’esame genetico elasticità della pelle analizza le varianti di 3 geni legati alla sintesi e alla degradazione delle fibre di collagene.

  • Gene MMP1: codifica per la collagenasi, un potente enzima degradativo che accelera l’invecchiamento cutaneo e la comparsa delle rughe; l’attività della MMP1 viene stimolata nei soggetti fumatori.
  • Gene MMP3: codifica per la stromelisina, un enzima cruciale nel rimodellamento del tessuto connettivo, che degrada il collagene e altre molecole della matrice extracellulare (proteoglicani, fibronectina, elastina).
  • Gene COL1A1: codifica per la catena alfa del collagene 1, proteina ubiquitaria nei tessuti connettivi e costituente principale di pelle, tendini, articolazioni e muscoli.

 

A chi è rivolto il Life DNATest elasticità della pelle

Il test genetico elasticità della pelle è consigliato a tutti per sapere se si è predisposti ad un invecchiamento precoce della pelle in base alle varianti espresse.

In caso di rischio aumentato, è possibile preservare l’elasticità della pelle e proteggerla in modo adeguato dagli stimoli nocivi attraverso un corretto stile di vita e una dieta sana ed equilibrata.

 

Come viene eseguito il test

Il test elasticità della pelle, come gli altri Life DNATest, si esegue autonomamente con un tampone buccale a secco che consente il prelievo di cellule della mucosa del cavo orale.

Una volta arrivato nel Laboratorio Lifebrain, il DNA viene estratto e analizzato per evidenziare le varianti del gene presenti.

 

Come interpretare i risultati del test

L’analisi delle varianti genetiche dei geni analizzati può dare differenti risultati e raccomandazioni per il paziente.

MMP1 e MMP3

In presenza dei genotipi associati con maggiore espressione, e di conseguenza maggiore attività enzimatica, si raccomanda:

  • Di fare attenzione a proteggere la pelle da stimoli dannosi e infiammatori.
  • Di evitare ulteriori fattori di rischio per l’invecchiamento della pelle, come il fumo.

COL1A1

In presenza del genotipo TT, associato ad una maggiore fragilità del collagene, è raccomandabile

  • proteggere la pelle da stimoli ambientali dannosi.
  • Di integrare l’apporto di proteine e vitamine con una dieta equilibrata e ricca di vegetali e frutta fresca.

 

Con il referto il paziente riceve una tabella dettagliata con la guida all’interpretazione dei risultati: in ogni caso, il referto deve essere interpretato da uno specialista medico alla luce del quadro clinico e di altri fattori.