Promozioni

Un test per sapere come mangiare meglio

Lifebrain presenta: lo screening delle intolleranze alimentari

I primi passi per vivere bene e in forma partono dall’alimentazione. Grazie ad una corretta alimentazione si può aiutare il proprio organismo a prevenire disturbi patologici cronici come diabete, ipertensione e obesità, inoltre, mangiare sano, aiuta a combattere gli effetti dell’invecchiamento e a rafforzare il sistema immunitario. In una parola, alimentazione vuol dire salute. Non sempre però il nostro organismo è in grado di metabolizzare tutti gli alimenti. Gonfiore addominale, macchie rosse sulla pelle, sbalzi di temperatura corporea, mal di testa, nausea, diarrea potrebbero essere i sintomi di un’intolleranza alimentare.

In tutti i laboratori del Lazio del Gruppo Lifebrain fino al 31 ottobre è possibile effettuare il test sulle Intolleranze Alimentari in promozione a 109 euro. Il test analizza 109 alimenti e viene eseguito con metodica ELISA su un campione di siero ed è volto a individuare quali sono gli alimenti e le proteine alimentari che disturbano l’organismo provocando una reazione immunologica mediata da anticorpi IgG garantendo affidabilità e riproducibilità. Dopo aver effettuato un esame completo per identificare con precisione gli alimenti nocivi, per prevenire l’insorgenza dei sintomi in soggetti sensibili, in caso di intolleranza, può essere sufficiente ridurre le porzioni degli alimenti ai quali si è intolleranti, per questo motivo, presso i Laboratori Lifebrain dove presente, oltre al test sarà possibile prenotare una consulenza nutrizionale per valutare come migliorare il proprio benessere attraverso un’alimentazione corretta al prezzo eccezionale di 139 euro.

Nell’unione europea, secondo i dati dell’European Academy of Allergy and Clinical Immunology, ci sono circa 17 milioni di casi di allergia alimentare, in Italia il fenomeno riguarda ben 2 milioni e 100 mila persone, pari al 3,5% della popolazione. Più volte però, una reazione negativa ad un particolare cibo viene associata, erroneamente, al concetto di allergia alimentare, ma questo risulta essere inesatto e quanto mai lontano dalla realtà. Occorre innanzitutto fare un po’ di chiarezza sull’argomento che viene spesso trattato in maniera da creare confusione e allarmismo, spesso, ingiustificato.

Che differenza c’è tra l’allergia e l’intolleranza?

L’allergia alimentare è una vera e propria malattia del sistema immunitario. La caratteristica principale dell’allergia è la risposta del sistema immunitario a un allergene (proteina presente nell’alimento a rischio ma del tutto innocua nelle persone non allergiche) che innesca una serie di reazioni a catena portando alla produzione di anticorpi da parte del sistema immunitario considerandolo come una minaccia. Fortunatamente, la maggior parte delle risposte allergiche agli alimenti è relativamente lieve, ma in un numero limitato di persone si può verificare una reazione violenta che talvolta può risultare letale.

L’intolleranza, invece, può provocare sintomi simili all’allergia, ma senza interessare il sistema immunitario. l’intolleranza si manifesta quando il corpo non riesce a digerire correttamente un alimento o un componente di esso. Può essere definito come un malessere scatenato dall’ingestione di cibi particolari che, a lungo andare, possono causare vari disturbi ricorrenti e persistenti a livello gastrointestinale, dermatologico o respiratorio.

A chi è consigliato eseguire il test sulle intolleranze alimentari?

Il test è consigliato nei casi di sovrappeso, insonnia, emicrania, irregolarità intestinale, inappetenza, gonfiore agli arti, tensione addominale, irregolarità mestruale.

Quali sono gli alimenti che possono causare maggiormente intolleranza?

Le intolleranze nascono dal consumo eccessivo di particolari cibi che non vengono assimilati bene dal nostro metabolismo, il miglior rimedio per combattere le intolleranze e i fastidi che ne conseguono, una volta conosciuto l’alimento che crea disturbo, è quello di evitare di mangiarlo o diminuirne l’assunzione. Tra i principali cibi che possono causare intolleranza abbiamo

Grano

Essere intolleranti al grano non significa essere celiaci. Le persone intolleranti al grano soffrono a causa non solo della proteina contenuta in essa (il glutine) ma sono intolleranti a tutte le componenti di questo cereale. I sintomi principali sono: gonfiore addominale, disturbi gastrici, difficoltà digestive, variazioni di peso, ritenzione. In questo caso i cibi da limitare sono: Pane e prodotti da forno, pizza, pasta, dolci e birra.

Latte e latticini

L’intolleranza al lattosio si presenta quando l’intestino non è capace di assorbire questo zucchero complesso che si trova nel latte per una scarsa quantità di enzima lattasi. Si presenta con dolori addominali, meteorismo e colite e vanno evitati tutti i tipi di latte e i suoi derivati come gelati, panna, creme e formaggi freschi.

Lieviti

I lieviti vengono utilizzati nei prodotti a base di farina per immagazzinare aria e diventare spessi e soffici, ma questi particolari ingredienti possono essere mal assorbiti dall’intestino che tende a gonfiarsi e a non metabolizzare i principi nutritivi. Questa particolare intolleranza si presenta con disturbi gastrointestinali di vario genere e i cibi da evitare sono tutti i prodotti che si ottengono dalla lievitazione, pane, brioches, dolci, pizza, birra, torte.

Uova

L’intolleranza alle uova può essere scatenata sia dall’albume che dal tuorlo ma anche dall’uovo intero. Si presenta con crampi, gonfiore e spesso accompagnati da eczemi, dermatiti, afte. Tutti i cibi preparati con uova sono da evitare, pasta all’uovo, maionese, torte e prodotti precotti.

Frutta secca e Soia

Noci, nocciola, arachidi e la soia possono rilasciare a livello intestinale sostanze che irritano il tratto digestivo provocando fenomeni di malassorbimento. Gli effetti di un abuso di questi alimenti, in presenza di un’intolleranza agli stessi, sono una cattiva digestione e in alcuni casi dermatiti. In questo caso quindi, oltre a dover rinunciare alla frutta secca, bisogna stare attenti anche ai prodotti industriali che contengono gli oli estratti da questi cibi, come cioccolata, tofu, gelati.

Scorpi di più scaricando la nostra brochure informativa

Info e prenotazioni al 800 19 49 70

 

Info e prenotazioni

chiama0774 345000 scriviLaboratorioanalisiguidonia@lifebrain.it
orari Prelievi
Lunedì-Sabato: 07:00-10:30,
Domenica: 08:00-10:00
orari Ritiro referti
Lun-Ven: 07:00-13:00/16:00-19:00,
Sab: 07:00-13:00,
Dom: 08:00-10:00
mappaTrovaci sulla mappa